Category Archives: Sport

Basket Serie A: Giulio Griccioli lascia la Betaland

La Betaland Capo d’Orlando comunica di aver interrotto il rapporto di collaborazione con il capo allenatore della prima squadra Giulio Griccioli. La società desidera ringraziare coach Griccioli per l’impegno, la professionalità e la dedizione mostrate durante la sua permanenza a Capo d’Orlando e gli formula i migliori auguri per il suo futuro. La decisione presa dal presidente Enzo Sindoni è maturata nella tarda serata dopo la gara di ieri ed è derivata dalle riflessioni sulla crisi di risultati avuta dalla squadra nell’ultimo periodo.IMG_20151228_160704

«Il difficile momento attraversato della squadra – dichiara il presidente della Betaland Capo d’Orlando Enzo Sindoni – mi ha spinto a prendere una decisione che non potevo rinviare per provare a riprendere il cammino del progetto creato e portato avanti quest’anno da tutte le componenti della società. Tanto per le qualità mostrate nello svolgere la professione quanto per le indiscusse qualità umane, interrompere il rapporto professionale con GiulioGriccioli è una cosa che mi dà dispiacere, ma fare tutto quanto sia possibile per salvare l’Orlandina è la mia assoluta priorità».

La Betaland ha otto punti e diciotto partite da giocare: Forza Capo!

Capo d’Orlando –  Non so quanti di voi hanno notato che sul sito c’è la sezione: “Pensieri Sparsi”. E’ l’angolo dedicato a quei fatti che diventano notizie perchè suscitano emozioni; fanno venir voglia di soffermarsi a riflettere e non mirano a saziare la curiosità per il fatto. A volte ho desiderio di dare forma ai pensieri per consegnarli a chi ha il piacere di leggerli perchè ho l’illusione che servano a qualcosa… e così li raccolgo in questa sezione eterogenea dove, infatti, le ispirazioni possono provenire dal sociale, dalla cronaca, dallo sport o, persino, dalla politica! A volte prevale il desiderio di ‘guardare oltre’ la notizia in sè; si ha semplicemente interesse ad osservarla da un punto di vista inusuale, ‘diverso’, libero da stereotipi.entrano (2)

Ieri al PalaFantozzi, la Betaland Capo d’Orlando ha perso la partita per 69 a 72 contro Consultinvest Pesaro. Entrambe le squadre, adesso, nel campionato di Serie Beko A1 hanno 8 punti. La notizia in sè è questa. Provo a darla in altro modo:IMG_20151221_214220

Mancano ancora 3 partite per completare il girone di andata del campionato di basket in A1; il 17 gennaio iniziano le partite di ritorno. Mi chiedo:

Perchè nello sport le sconfitte non dovrebbero essere vissute come qualunque altra vicissitudine della vita? Quante volte abbiamo attraversato momenti difficili per problemi di salute o di lavoro? Quante volte ci siamo trovati a terra e ci siamo rimessi in piedi per ricominciare tutto d’accapo? Le sconfitte insegnano sempre qualcosa di buono, soprattutto sono la base da cui ripartire.

La nostra squadra di basket troverà un modo per uscire dall’inghippo in cui si trova. Ne siamo certi e glielo auguriamo. E lo farà con serenità ed impegno. Alla fine, qualunque sarà il risultato, noi, il suo pubblico, saremo soddisfatti perchè consapevole che i giocatori hanno dato il meglio di loro.IMG_20151221_214325

Basket A1: La Betaland a Milano giocherà al meglio le sue carte.

Capo d’Orlando – Ci sono partite e partite, trasferte e trasferte, è inutile nasconderlo. Olimpia Milano-Orlandina non può essere una gara come tutte le altre, ricordarne i motivi sarebbe ridondante. «Milano è la squadra più vincente in casa negli ultimi anni – rammenta l’allenatore Giulio Griccioli (in foto)– è ovvio che per noi sulla carta la prossima si preannuncia come una gara più che proibitiva, ma la fortuna è che nella pallacanestro, e nello sport in genere, in campo non ci va la carta. Si gioca cinque contro cinque e nessuna gara è decisa in partenza. griccioliDovremo essere bravi a stare sul pezzo difensivamente perché è scontato dire che loro hanno tantissime armi per far male. L’approccio alla gara sarà importante come in ogni gara, ma soprattutto con l’Olimpia perché cercheranno di imporci il loro ritmo. Paradossalmente proprio in questa gara con l’Olimpia dobbiamo provare a scendere in campo e giocare seguendo esclusivamente i nostri dettami in base alle nostre caratteristiche senza provare ad adattarci a loro perché in quel modo giocheremmo un match impari. In settimana ci siamo allenati bene – ha concluso Griccioli – ieri abbiamo fatto una bella sgambata a Barcellona, lavoriamo sempre duramente in palestra e in campo durante gli allenamenti».

Read more… →

Mostra dei Presepi: “Sport e Legno sono vita”.

Capo d’Orlando – Ho visitato la Mostra dei Presepi, nella Chiesetta di Porto Salvo. Sono talmente tante e diverse le opere esposte che sarebbe impossibile dedicare loro un singolo articolo.

E così ho pensato, in questo mese di festa, fino all’Epifania, di condividere con voi riflessioni e pensieri dettati da ciò che la Mostra offre.

Comincerò da due presepi che per me hanno tra loro un punto in comune – che ovviamente – potreste non condividere: il presepe di coach Giulio Griccioli “Lo Sport Unisce” e quello dell’imprenditrice orlandina Marilena Conforto “Il Legno è Vita”. Lo sport e il legno, due realtà semplici e indispensabili. Perchè dalle entità più aggreganti e duttili possono scaturire dei capolavori. legno

basketsport

La piccola Greta emoziona il pubblico del PalaFantozzi

Greta Cacciolo, nell’intervello lungo di Betaland Capo d’Orlando-Enel Brindisi, oggi pomeriggio ha cantato la canzone vincitrice dell’edizione 2015 dello Zecchino d’Oro.

“Le emozioni sono l’arcobaleno che colora il cielo dentro di noi; Sono nuvole, sono il sereno, sono il sale, il pepe di ciò che fai….. Se le cose nuove fanno un po’ paura, tira fuori la curiosità, Ogni giorno è davvero un’avventura Il domani ti sorprenderà!” dice la canzone.IMG_20151206_231155

Sarà stata una bella esperienza esibirsi in un contesto sportivo, luogo brulicante di emozioni per eccellenza!

Foto di Natale ArasiIMG_20151206_221314

 

Orlandina Basket: difficile battere i campioni d’Italia

Capo d’Orlando – Nella nona di campionato Serie A Beko, la gara tra Betaland Capo d’Orlando e Dinamo Sassari finisce 52 a 77.giornalisti

Chi sperava di poter battere i campioni italiani, a fine partita, non ha potuto trovare giustificazioni e capri espiatori. Palle perse e azioni non andate a buon fine ce ne sono state da parte dei ragazzi di coach Griccioli, specialmente a metà gara e al termine. E fino a quando il tabellone, al 30esimo minuto segnava 38 a 56, giocatori e tifosi hanno continuato a credere in una rimonta, in qualche acrobazia di Jasaitis o del debuttante Stojanovic, ma i tentativi di Laquintana e Oriakhi nell’ultimo quarto e un bliz del Baso non sono stati sufficienti a colmare il divario incalzante.

Bella gara per chi ama questo sport ed aveva voglia di godere del ritmo ad alto livello; gli avversari della Betaland, senza strafare, hanno messo in atto uno splendido spettacolo fissando i termini del gioco, e meritando una vittoria senza ‘sudare’ eccessivamente. I biancazzurri, invece, sembravano barcamenarsi alla meno peggio, e si può presupporre che non fossero in ‘giornata buona’; forse la Betaland ha subìto anch’essa il fascino di chi è al Top.

articolo completo su: http://www.nuovitalia.com/sito/

Basket A1: in attesa del ‘monday night’, vince l’ospitalità!

Capo d’Orlando – Il cielo è limpido stamani sulla nostra costa, il mare è ancora agitato e verdastro; gabbiani volano a filo sulla schiuma delle onde e lungo il marciapiede si cammina o si sta seduti sulle panchine per rilassarsi. Il sole regala tepore nella frescura autunnale e profumo di alghe e sale giunge fino alla strada. IMG_20151129_103847813

Da due mesi, ormai, a settimane alterne, chi è solito percorrere il tratto di lungomare antistante il paese, può incontrare giocatori di basket di A1, componenti delle varie squadre avversarie della Betaland, in attesa dell’approssimarsi della gara. Giovani sereni si godono il nostro clima e i sorrisi dei passanti. In foto, Brian Sacchetti, figlio di ‘Meo’, e giocatore del Banco di Sardegna Sassari. Gli ho chiesto di poterlo fotografare ed è stato gentilissimo nel chiude il libro che stava leggendo per posare per me. Poco distante da lui, un altro giocatore parla al telefono, un altro ancora guarda semplicemente il mare.

Riflettevo su quanto sia magico, per una comunità piccola come la nostra, poter ospitare questi ragazzi, persone che forse non avrebbero attraversato lo Stivale per trascorrere un week-end da noi; poter mostrare loro la nostra Terra, con le bellezze ed i talenti che possediamo e vivere noi stessi un’esperienza unica di sport e condivisione. Non bisogna mai dare tutto per scontato. Ogni tanto bisogna avere il coraggio di ammettere di essere dei privilegiati che vivono in un angolo di ‘Mondo’ in cui le imprese più inaspettate si sono avverate.

La nona partita di campionato in serie Beko A1, per Sassari e Capo d’Orlando, si giocherà lunedì sera alle 20,30; cancelli aperti sin dalle 19.

Foto di Linda Liotta

Betaland vs Vanoli 65-69, incomprensibile inconcludenza!

Non è stata certamente una domenica come le altre, la tragedia di Parigi sovrastava ogni sentimento e non poteva esserci alcuna gioia al Palafantozzi come in un qualunque altro campo di gioco. Lo spirito sportivo era a mezz’asta come le bandiere sventolanti nel mondo civile… ma si deve andare avanti e si va; la Marsigliese s’intona e la gara ha inizio.

Questa volta non ci sono giustificazioni che tengano, alla Betaland sfugge la partita di mano contro il Vanoli Cremona e il punteggio di 65 a 69 segna la quarta sconfitta di Campionato per la squadra di Griccioli. Qualche fischio si sente al termine della gara al Palafantozzi, è di disapprovazione per una partita che si sarebbe potuta vincere se negli ultimi 7 minuti i biancazzurri avessero continuato a giocare. IMG_20151116_064247IMG_20151116_063936

Due squadre a pari punteggio nella classifica (sei punti ciascuna), due gruppi con stesse potenzialità avrebbero dovuto avere anche uguale determinazione e grinta, qualità smarrite dai paladini, man mano che la gara volgeva al termine.

Non si comprende il calo di tensione avuto, ma si percepisce l’arrendevolezza di una Betaland che ha condotto la partita anche con qualche picco di spettacolarità, nonostante si sia giocato in difesa, più che in attacco. Hanno influito indiscutibilmente le assenze di Ilievski e Stojanovic, mentre Cremona ha potuto contare sul ritorno di Luca Vitali e dei quattro americani sempre più affiatati tra loro. Guardando alla prossima gara contro PMS Torino, non possiamo che incrociare le dita, sperando che coach Griccioli comprenda cosa scatti nella mente e nelle gambe dei suoi giocatori a pochi minuti dalla sirena di fine gara!

Foto di Natale ArasiIMG_20151116_064042

Integratori e corretta alimentazione, seminario a Capo d’Orlando

Capo d’Orlando – Ieri alla biblioteca di via del Fanciullo si è svolto il seminario su “Alimentazione e Integrazione per lo sport e il Benessere quotidiano”, relatore il biologo e pallavolista Marco Favaron (in foto). IMG_20151112_084129Il dottor Marco Favaron ha dedicato la prima parte dell’incontro a dare nozioni e consigli su come deve essere una buona e sana alimentazione. “Non bisogna soffermarsi al controllo delle calorie segnato sulle etichette dei cibi che ingeriamo – ha detto – perchè alimentarsi bene non è correlato alle calorie ingerite, ma alla quantità di grassi, carboidrati e proteine presenti nei cibi.” Si è soffermato anche a parlare di dieta mediterranea ed educazione alimentare “E’ un problema di quantità anche se la nostra dieta è mediterranea. Basterebbero 2 cucchiai di olio per il fabbisogno giornaliero di grassi.” Il seminario, rivolto anche ad un pubblico di sportivi, è stata l’occasione per far conoscere meglio il nesso tra uso di integratori e corretta alimentazione, evidenziando che l’apporto calorico nella dieta dovrebbe essere direttamente correlato all’attività fisica svolta, cioè al consumo di energia.