Archives

Betaland, tanta grinta e spirito agonistico per vincere a Varese

Seconda trasferta consecutiva per la Betaland Capo d’Orlando domenica 14 febbraio sarà ospite dell’OpenJobmetis Varese al PalaWhirpool per la quinta di ritorno del campionato di Serie A Beko 2015/16. IMG_20160213_093447L’allenatore dell’Orlandina, insieme a Sandro Nicevic, ha presenziato la conferenza stampa del match. «Sarà una gara delicata per entrambe le squadre – ha esordito Di Carlo – anche loro avranno della pressione addosso, noi siamo in difficoltà da due mesi e ci siamo quasi adeguati a respirare quest’aria. Credo che dovremo essere bravi a sfruttare le opportunità che potremo avere tra le mani durante la gara. Abbiamo voglia di riscattarci, stiamo acquisendo una nostra dimensione, e sono molto fiducioso. Andremo lì e giocheremo la nostra pallacanestro, cercando di sfruttare i nostri punti di forza. L’importante sarà avere una buona resistenza mentale, restare concentrati e mordere quando è il momento. Credo sia fondamentale affrontare il match con la giusta cattiveria agonistica. Dobbiamo avere lo stesso furore che avevamo nelle settimane che hanno preceduto le gare contro Venezia e Virtus Bologna – conclude l’allenatore della Betaland – quando dovevamo vincere a ogni costo. Dobbiamo continuare ad avere questa cattiveria».

Orlandina Basket: difficile battere i campioni d’Italia

Capo d’Orlando – Nella nona di campionato Serie A Beko, la gara tra Betaland Capo d’Orlando e Dinamo Sassari finisce 52 a 77.giornalisti

Chi sperava di poter battere i campioni italiani, a fine partita, non ha potuto trovare giustificazioni e capri espiatori. Palle perse e azioni non andate a buon fine ce ne sono state da parte dei ragazzi di coach Griccioli, specialmente a metà gara e al termine. E fino a quando il tabellone, al 30esimo minuto segnava 38 a 56, giocatori e tifosi hanno continuato a credere in una rimonta, in qualche acrobazia di Jasaitis o del debuttante Stojanovic, ma i tentativi di Laquintana e Oriakhi nell’ultimo quarto e un bliz del Baso non sono stati sufficienti a colmare il divario incalzante.

Bella gara per chi ama questo sport ed aveva voglia di godere del ritmo ad alto livello; gli avversari della Betaland, senza strafare, hanno messo in atto uno splendido spettacolo fissando i termini del gioco, e meritando una vittoria senza ‘sudare’ eccessivamente. I biancazzurri, invece, sembravano barcamenarsi alla meno peggio, e si può presupporre che non fossero in ‘giornata buona’; forse la Betaland ha subìto anch’essa il fascino di chi è al Top.

articolo completo su: http://www.nuovitalia.com/sito/