Archives

Basket A1: La Betaland a Milano giocherà al meglio le sue carte.

Capo d’Orlando – Ci sono partite e partite, trasferte e trasferte, è inutile nasconderlo. Olimpia Milano-Orlandina non può essere una gara come tutte le altre, ricordarne i motivi sarebbe ridondante. «Milano è la squadra più vincente in casa negli ultimi anni – rammenta l’allenatore Giulio Griccioli (in foto)– è ovvio che per noi sulla carta la prossima si preannuncia come una gara più che proibitiva, ma la fortuna è che nella pallacanestro, e nello sport in genere, in campo non ci va la carta. Si gioca cinque contro cinque e nessuna gara è decisa in partenza. griccioliDovremo essere bravi a stare sul pezzo difensivamente perché è scontato dire che loro hanno tantissime armi per far male. L’approccio alla gara sarà importante come in ogni gara, ma soprattutto con l’Olimpia perché cercheranno di imporci il loro ritmo. Paradossalmente proprio in questa gara con l’Olimpia dobbiamo provare a scendere in campo e giocare seguendo esclusivamente i nostri dettami in base alle nostre caratteristiche senza provare ad adattarci a loro perché in quel modo giocheremmo un match impari. In settimana ci siamo allenati bene – ha concluso Griccioli – ieri abbiamo fatto una bella sgambata a Barcellona, lavoriamo sempre duramente in palestra e in campo durante gli allenamenti».

Read more… →

Mostra dei Presepi: “Sport e Legno sono vita”.

Capo d’Orlando – Ho visitato la Mostra dei Presepi, nella Chiesetta di Porto Salvo. Sono talmente tante e diverse le opere esposte che sarebbe impossibile dedicare loro un singolo articolo.

E così ho pensato, in questo mese di festa, fino all’Epifania, di condividere con voi riflessioni e pensieri dettati da ciò che la Mostra offre.

Comincerò da due presepi che per me hanno tra loro un punto in comune – che ovviamente – potreste non condividere: il presepe di coach Giulio Griccioli “Lo Sport Unisce” e quello dell’imprenditrice orlandina Marilena Conforto “Il Legno è Vita”. Lo sport e il legno, due realtà semplici e indispensabili. Perchè dalle entità più aggreganti e duttili possono scaturire dei capolavori. legno

basketsport

A ciascuno il suo coach. Per fortuna a noi è toccato Griccioli.

Capo d’Orlando – Il coach dell’Orlandina Basket, Giulio Griccioli, è tornato in suolo d’Orlando e muove i primi passi di una  stagione tutta da giocare: “La costruzione di questa squadra nasce sul finale della scorsa stagione.griccioli1 L’idea è semplice: creare un gruppo coeso che in attacco faccia muovere la palla con pazienza e lucidità alla ricerca della soluzione più efficace, e sia organizzato ed energico in difesa. Anche in questo senso vanno inquadrati gli acquisti di Vlado Ilievski e Simas Jasaitis, atleti di assoluto valore dotati di grande intelligenza cestistica, che insieme agli altri due big in squadra, Gianluca Basile e Sandro Nicevic, ci aiuteranno a trasmettere ai nostri giovani i concetti tattici e la metodologia di lavoro. Oggi ho dato il mio benvenuto ai ragazzi, questo sarà una fase molto importante per noi, ci conosceremo meglio e inizieremo a fare gruppo. Una delle prime cose che farò – conclude il coach senese – sarà quella di introdurre ai ragazzi la città di Capo d’Orlando, voglio che abbiano piena coscienza del territorio che rappresentiamo in campo. Il legame tra città, società e squadra è unico a Capo d’Orlando rispetto a qualsiasi altra piazza ed è per noi un aspetto prioritario, uno dei fattori su cui puntiamo di più”.